Grande successo alla casa del cinema. “Orientalismi Sonori”

home

7 settembre 2018, Jussur, nome del gruppo protagonista di questo spettacolo affascinante, in arabo vuol dire “ponti”. Richiama infatti il legame tra oriente e occidente. Le fotografie di Fatima Abbadi sono lo sfondo delle musiche di Helmi M’hadhbi, oud, con le tablas indiane di Sanjay Kansa Banik, il sassofono e clarinetto del cubano Angel Ballester, la chitarra di Umberto Colbacchini; voce narrante e danza di Dalal Suleiman. Omaggio al grande palestinese Edward Said, autore di “Orientalismo. L’immagine europea dell’Oriente”.

press

La Repubblica 07.09.18

11

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *